Per il ciclo "Il vento della libertà"
inaugurazione della mostra
"Il Coraggio"

Vernissage sabato 26 novembre dalle 18.00 alle 20.30
 
Savarese, patriota
Savarese - Patriota



Petrignani, senza titolo
Petrignani - senza titolo



Colasanti, senza titolo
Colasanti - senza titolo



Zampiero, rondine
Zampiero, rondine



 

scarica qui l'invito-programma

Fratelli d’Italia, l’Italia s’è desta. Prendo spunto dal verso dell’inno di Mameli con il quale Eugenio Scalfari ha concluso un suo recente articolo, per parlare di coraggio,che costituisce il tema della mostra, il secondo appuntamento del ciclo Il Vento della Libertà. Il vento che con la sua forza ci deve destare, deve risvegliare in noi sentimenti quali l’orgoglio, la speranza, il coraggio del proprio pensiero, la capacità di esplicitarlo, di condividerlo.

Le note dell’inno che ci hanno accompagnato nell’anno della ricorrenza del 150° dell’Unità d’Italia, richiamano l’orgoglio dei ragazzi d’allora nel sentirsi a tutti gli effetti dei cittadini di una nuova Nazione, ed il loro coraggio nella lotta per l’affermazione di una identità.

La mostra che presentiamo è ricca di opere e di appuntamenti significativi che sviluppano il tema del coraggio da molteplici prospettive.

Il Coraggio contro la mafia

Nel giorno dell'inaugurazione la compagnia Les Enfants Terribles presenterà un'anteprima dello spettacolo Toghe Rosso Sangue La vita e la morte dei magistrati italiani assassinati nel nome della giustizia. Dalla morte della giustizia alla giustizia della morte una linea rossa, del rosso del sangue, unifica tristemente l’Italia nella sua storia più cupa. Nell’arco di 25 anni, dal 1969 al 1994, 27 magistrati italiani hanno perso la vita per mano della mafia, della ‘ndrangheta, del terrorismo rosso, di quello nero, di soliti ignoti o di tristemente noti. Con pochissime eccezioni, oltre alla pena di morte decretata dai mandanti e decantata dagli esecutori, tali magistrati hanno subito una nuova morte: l’oblio. Per rendere giustizia a questi martiri della Giustizia nasce Toghe rosso sangue, primo libro di Paride Leporace, fondatore del quotidianoCalabria Ora e direttore del Quotidiano della Basilicata, giunto oggi alla quinta edizione e adattato drammaturgicamente da Giacomo Carbone. Lo spettacolo, diretto da Francesco Marino, sarà in scena a Roma dal 6 al 18 dicembre 2011 alla "Casa delle Culture".
Il libro scritto da Tommaso Patti con i ragazzi di Addio Pizzo dal titolo Marca Elefante non paga pizzo, descrive, con il taglio del romanzo , la resistenza di semplici cittadini catanesi che lottano contro la sopraffazione e l’estorsione, per continuare liberamente a vivere e ad esercitare il proprio lavoro.

Il coraggio patriottico

Con il volumetto della Fondazione Giuseppe Boldini , nell’occasione del 150° dell’Unità d’Italia , si celebra il coraggio del giovane Giuseppe, dei giovani Martiri di Belfiore e di tutti coloro che hanno combattuto per la nostra indipendenza ed unità.

L’artista Angelo Savarese ha realizzato un’opera dal titolo Patriota dedicata alla figura di Giuseppe Boldini. Una dedica da parte di un artista contemporaneo ad un altro artista la cui personalità e le vicende storiche hanno portato ad essere un attivo protagonista della nostra storia. L’opera di Savarese riporta incisi su di un pannello dei brani scritti dal Boldini, che possiamo intendere come un vero e proprio testamento morale ed artistico. La tecnica di Savarese s’impone con la sua unicità dando vita ad un’opera ricca di pathos, testimonianza di un intenso momento storico.


L'artista Paolo Petrignani fotoreporter di successo, particolarmente sensibile ai temi naturalistici e ai luoghi della natura estrema dove l’emozione della bellezza s’intreccia con l'emozione dell’autore, presenta delle immagini dal titolo Desaparecidos. Anche qui i luoghi diventano protagonisti, in una ricerca dal sapore del reportage, i siti ci riportano alla memoria prepotentemente la condizione, la lotta di tanti giovani argentini per la libertà. E i sentimenti forti che queste immagini suscitano fanno sì che la scomparsa nel nulla di tutti loro voluta dal regime , li renda assolutamente presenti per sempre.

Il coraggio delle donne

Presentazione di Traddarite (Pipistrelli) Atto unico scritto e diretto da Luana Rondinelli con Claudia Gusmano Adriana Parrinello Luana Rondinelli

' Una storia “focosa”, crudele, come la terra di Sicilia. Una storia vera di donne succubi, schiave, "sciroccate", prese alla gola dalla morsa del destino che le accomuna, dai segreti stretti in grembo, dalle lingue morse pur di non parlare ed evitare la vergogna per rendersi coraggiose e sopportare le violenze subite dai mariti. '

Su questo tema s'inseriscono le foto di Giuditta Zampiero. Giovane fotoreporter che con grande entusiasmo ha aderito all'invito a partecipare a questa mostra, si è infatti recata nei luoghi da cui prende spunto ed è ambientato l'atto unico Traddarite, riportando con sè da questo viaggio di emozioni , immagini vivide che sanno più di ogni parola raccontare. Questi scatti fermano in un attimo situazioni di vita,condizionamenti psicologici e sociali, dai quali solo donne coraggiose possono riscattarsi.

Il Coraggio

Infine i graffiti di Paolo Colasanti trasportano all'interno della galleria l'arte di strada e come su di un muro dellle nostre stade metropolitane il lavoro di Paolo invade prepotentemente lo spazio. lo rende vivo d'immagini che come in un puzzle di singoli pensieri va a comporre un grande pensiero.Dietro quest'opera c'è un forte lavoro di ricerca dalle radici della nostra storia, della cultura, dai simboli mitologici fino ad arrivare alla rappresentazione e personificazione del coraggio nella nostra quotidianità. Una folla quindi di concetti, di speranze espresse con maestria da un giovane artista che con coraggio ha accettato la sfida di confrontarsi con una realtà codificata come è quella di una galleria d'arte.
Daniela Vaccher


scarica qui l'invito-programma